Cosa visitare in Senegal

Cosa visitare in Senegal

Cosa visitare in Senegal

Il Senegal è sicuramente un Paese complesso ma allo stesso molto suggestivo, Oltre alla capitale Dakar, nell’arcipelago di Capo Verde, sono da vedere le zone. naturalistiche, come il parco nazionale di Niokolo-Koba e il santuario nazionale degli uccelli di Djoudj, senza dimenticare l’isola di Gorée , molto suggestivo, il lago rosa con i colori delle sue acque. viaggiare in Senegal è un’esperienza unica per calpestare una terra di cultura , tra religione, cucina tipica africana cosi raffinata, natura, spiagge e foreste, savana.

Cosa visitare in Senegal: la capitale Dakar

Una delle mete turistiche del Senegal è Dakar, la capitale é divenuta famosa per la storica corsa del deserto, la Parigi-Dakar. Oggi la città è un importante snodo portuale dell’Africa, con un’economia in crescita. Da vedere assolutamente a Dakar è il quartiere di Médina con la Grande Mosquée e il mercato centrale di Tylene, sempre molto animato dalla gente locale del posto.

Tuttavia esistono molte altre moschee nella città, come la Mosquée de la Divinité. Durante il giro si po visitare e scoprire l’arte africana, grazie a numerose gallerie e musei, tra cui il rinomato Museo delle arti africane dell’IFAN, nella zona di Plateau, la Galerie le Manegé, l’Institut Français Léopold Sédar Snghor e la Galerie Nationale, aperta con ingresso libero.

Cosa visitare in Senegal

Altrettanto suggestivo è il Monumento del Rinascimento Africano, inaugurato nel 2010 in occasione del 50° anniversario dell’indipendenza del Senegal. Una delle attrazioni principali a Dakar sono però le splendide spiagge della zona della petite cote, particolarmente, sulla piccola isola di Yoff, oppure alla spiaggia di Plage des Mamelles. Per nottambuli vi segnaliamo il quartiere residenziale di Les Almadies, dove si possono trovare ristoranti, bar e locali con musica dal vivo.

 

Cosa visitare in Senegal: l’isola di Gorée

Sempre nei dentorni di Dakar abbiamol’isola di Gorée, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO si po arrivare, con trghetto,  una traversata di circa 20 minuti dal porto. Un’isola che è molto pittoresca, con delle abitazioni in stile coloniale, un piccolo atollo che permette di passare una giornata tra mercatini di souvenir, prodotti tipici e un’atmosfera calma e rilassata, un luogo ideale per ricordare del proprio viaggio in Senegal.

Tuttavia nel passato Gorée ospitava migliaia di schiavi, una grande esperienza che ci da la  possibilità visitare i resti delle antiche celle, tra cui la la cas degli schiavi, attiva fino alla prima metà del 1848. Per ammirare una bella veduta e unica basta salire fino a Le Castel, un punto d’osservazione che permette di vedere l’isola e l’oceano tutto intorno.

Cosa visitare in Senegal: Saint-Louis

Saint-Louis, confine con la Mauritania, una città completamente differente da resto del Paese africano, la sua caratteristica è il ponte di Faidherbe, vero e proprio simbolo della città, progettato dal famoso ingegnere Gustave Eiffel nel quartiere di Argenteuil, che pianificò la costruzione della Torre Eiffel di Parigi. La città presenta una zona vecchia, in cui si viva ancora la storia coloniale.

É raccomandato un giro in calesse all’interno del centro storico di Saint-Louis, attraversando lungo le stradine sempre affollate, per dare un’occhiata ai mercatini e ai negozi di souvenir, artigianato locale e alle gallerie d’arte della zona, il punto principale di Saint-Louis, Nguet Ndar, dove ogni giorno arrivano i pescatori fanno le aste  e vendono al miglior offerente il pescato fresco. Tuttavia, un spettaclo molto forte che tocca sempre nel profondo.

Cosa visitare in Senegal: lago Rosa

Il lago Retba, un luogo da visitare nel vostro itinerario per le votro viaggio in Senegal. Si tratta di un enorme lago salato, la cui particolare colorazione rosa dell’acqua attira tanti turisti ogni anno, per ammirare questa piccola meraviglia naturale. A  circa 30 Km dalla capitale, il lago Retba deve questa sua unicità alla presenza di un batterio nell’acqua.

Cosa vedere in Senegal: Nonostante non sia pericoloso per la salute, causa la salinizzazione dell’acqua del lago, che prende varie sfumature di rosa a seconda della luminosità e dell’ora del giorno. Chi volesse provare questa esperienza unica può tranquillamente tufarsi nel lago, divertendosi per l’estrema facilità con cui si riesce a rimanere a galla. Tutt’intorno fanno da sfondo le dune e la sabbia del deserto, che regalano sempre una vista mozzafiato, rendendo il lago Retba uno dei luoghi più suggestivi del Senegal.

Cosa visitare in Senegal: Mbour e Saly

Per chi vuole passare qualche giorno al mare, durante le vacanze in Senegal, può scegliere per la zona di Saly, dove si trova la stazione balneare piu grande dell’Africa occidentale. Si parla piuttosto di un vero paradiso: ristoranti, strutture attrezzate, bar e locali notturni, per rilassarsi passando delle giornate tra le spiagge , Facendo qualche Gitae in fuoristrada e moto scaff acquatici, pesca. Da visitare è il famoso porto di pesca artigianale Mbour, la Reservé Naturelle Somone, un parco di 700 ettari: pellicani, aironi e moltissime altre specie animali.

Cosa visitare in Senegal: il Parco Nazionale di Niokolo-Koba

Il Parco Nazionale Niokolo-Koba, a 600 Km da Dakar, un’area caratterizzata da una fauna e una vegetazione molto ricche, con oltre 80 tipi di mammiferi, Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO. Il fiume Gambia e la fitta rete dei suoi affluenti che attraversa il parco.

L’ambiente circostante alterna paesaggi profondamente differenti tra loro, come la savana, la foresta e le zone più lussureggianti. Il parco di Niokolo-Koba è un luogo ideale per provare l’emozione di un piccolo safari in Africa, partecipando ad escursioni alla ricerca di esemplari di elefante in via d’estinzione. Per dormire è possibile scegliere tra diverse strutture ricettive, che permettono di pernottare in un ambiente unico e selvaggio, senza privarsi di qualche comfort.

Cosa visitare in Senegal: santuario nazionale degli uccelli di Djoudj

Altrettanto consigliato Il santuario nazionale degli uccelli di Djoudj, É un parco situato sulle sfonde del fiume Senegal,un luogo naturale per oltre 350 specie diverse di uccelli. La riserva offre ristoro per i volatili durante la migrazione, i quali dopo aver attraversato il deserto del Sahara possono finalmente rifocillarsi, mangiando e bevendo in questa zona particolarmente ricca di vegetazione e corsi d’acqua. Classificato, patrimonio Mondiale dell’UNESCO dal 1971, ilparco ornitologico di Djoudj si trova a pochi chilometri dalla città di Saint-Louis.

Cosa visitare in Senegal: la regione di Casamance

La Casamance, una delle regione più suggestive del Paese, ma anche interessante. Per questo motivo, nonostante la sua bellezza paesaggistica, è importante visitare la Casamance con guide esperte, evitando di girare da soli. Tra i luoghi da visitare segnaliamo la capitale della regione Ziguinchor, da dove partono le escursioni: l’isola di Carabane, isola di Egueye, Enamport, Oussouye, le esplorazioni fluviali sui fiumi della zona e le spiagge di Cap Skirring.

#Cosa visitare in Senegal

Post Discussion

Be the first to comment “Cosa visitare in Senegal”

Besoin d'aide? Chattez avec nous
Please accept our privacy policy first to start a conversation.