Le isole del delta Saloum

Le isole del delta del Saloum

Malgrado la sua dimensione é considerato com secondo parco nazionale del Paese, il Parco Nazionale del Sine Saloum creato nel 1976, resta uno dei parchi più sconosciuti. La superficie di 76.000 ettari, come il Dioudj, ed è una terra d’asilo per una migliaia di uccelli.

Le isole del delta del Saloum

Composto da un centinaia di isole e isolotti separati dai bolongs (termine utilizzato solo in Senegal e in Gambia, per definire gli stretti bracci di acqua salmastra serpeggianti nelle mangrovie), ospita anche numerose specie di mammiferi e di rettili.

L’animale più raro del parco, che è anche il più difficile da osservare, è il Lamantino. Facilmente invece si possono incontrare sciacalli, coccodrilli, scimmie verdi e scimmie rosse, tartarughe, iene, facoceri, sciacalli, lontre, zibetti, manguste, civette e molti altri animali.

Un paesaggio verde e brulicante di vita: una grande distesa corroso dal sale marino che domina nella regione e una magra ispessimento savana andando al Sud, al confine del Gambia.

.KAOLAK e SITI MEGALITHIC

Kaolack, capo luogo della regione del Saloum e la capitale dei arachidi e sale, è un bivio per tutti i cittadini del Senegal: il suo mercato è uno dei più grandi del paese. Non lontano, si possono trovare diversi siti megalitici o “menhir Bretagna”, tra cui quella di Nioro du Rip, un luogo storico per il Senegal e l’etnia Serere attraverso allineamenti molto famosi del megaliti (monumenti funerari) che non sono uguali in Africa rispetto a quelli della Repubblica Centrafricana.

PARCO NAZIONALE SINE SALOUM DELTA

Questo è uno dei più bei luoghi Senegal: una superficie di circa 73 000 ettari, si tratta di una zona costituita da mangrovie, lagune, foreste e banchi di sabbia con uno dei maggior parte degli ecosistemi piu ricche di Africa. Moltitudini di uccelli si possono osservare che, attraversando il mangrovie (braci di mare) in Barca e,  particolare, al buio, sugli alberi, in cui gli uccelli si rifugiano per trascorrere la notte.

. il fascino delle isole SALOUM e dei VILLAGGI COASTALI

I villaggi dei pescatori costieri e quelli lungo i fiumi tortuosi di Sine e Saloum sono siti turistici popolari. La pesca, svolta in modo artigianale, è abbondante. Poli principali di attrazione: Sul punto di Sangomar, la penisola che separa l’Oceano Atlantico dal fiume Saloum, i villaggi di Palmarin e Djiffer.

Di fronte, accessibile da canoa, le isole di Niodior e Dionewar popolate da un gruppo Serere, ottimi pescatori, Nominkas. A nord del delta, la cittadina di Ndangane su un braccio del fiume Saloum, che fornisce l’accesso all’isola di Mar Lodj dove insediamenti con stile locale di architettura sono offerti ai visitatori.

All’estremità nord-occidentale, Foundiougne è un villaggio tranquillo accessibile in traghetto. Più a sud Sokone il bordo della mangrovia, ei villaggi di Toubacouta e Missirah (grande villaggio di pescatori), in una zona della foresta, nel cuore del parco nazionale del Delta del Saloum. L’ecoturismo assume il suo pieno significato in questa regione, in particolare nei villaggi di Bamboung e Simal, dove sono emersi progetti di ecoturismo.

Besoin d'aide? Chattez avec nous
Please accept our privacy policy first to start a conversation.