La Mauritania

La Mauritanie:

dune e oasi del deserto di Adrar alle rive dell’oceano

La Mauritania: Dall’indipendenza della Mauritania dalla Francia nel 1960, in un’epoca in cui la popolazione del paese era ancora in gran parte nomade, il turismo europeo ha cominciato a svilupparsi lentamente, in parte a causa della guerra del Sahara occidentale in cui il paese fu brevemente coinvolto. La Mauritania ha anche sofferto della distanza ma anche dei riflettori dell’Algeria, che ha anche beneficiato dei riflettori della Parigi-Dakar all’inizio degli anni 80. Negli stessi anni, Théodore Monod, che ha viaggiato nella regione dell’Adrar negli anni 30, ha permesso al paese di acquisire visibilità attraverso la trasmissione del film Le vieil homme et le désert alla televisione francese.

Nel 1999, Trailblazer Guides ha pubblicato un libro con molti itinerari. Altri libri in francese sono pubblicati durante questo periodo per descrivere la geografia del paese.

All’inizio degli anni 2000, la costruzione di una strada tra Nouadhibou e Nouakchott è stata completata, diventando la prima strada ad attraversare il Sahara da nord a sud e l’introduzione di voli low-cost da parte della compagnia aerea Point-Afrique tra la Francia e Atar, una città della Mauritania, ha contribuito a lanciare realmente il del turismo nel paese

La Mauritanie   : Siti turistici

Il paese ha molti siti turistici soprattutto nella regione di Adrar, possiamo citare le città di Aoudaghost, Chinguetti, Koumbi Saleh, Ksar El Barka, Ouadane, Oualata, Tichitt. C’è anche la struttura di Richat vicino a Ouadane, l’oasi di Tergit o le rovine medievali di Ksar El Barka.

La Mauritania: Chinguetti

La città di Chinguetti si trova a 86 km da Atar, 128 km da Ouadane. Considerata la settima città santa dell’Islam, Chinguetti era un centro religioso e noto per le sue scuole coraniche. La città ebbe anche un importante ruolo commerciale durante l’epoca del commercio dei cammelli. L’influenza della città si estendeva oltre i confini dell’attuale Mauritania, e le scuole erano conosciute fino all’Oriente. La Mauritania era anche conosciuta un tempo come “Bilad Chenguetti”, cioè la terra di Chenguetti, ed ebbe il suo periodo d’oro durante i secoli XVII e XVIII.

La Mauritania: Ouadane

Ouadane, o la città con due wadi, è un antico insediamento che risale al 1140. Nei secoli successivi, la città fiorì grazie al commercio con Timbuktu,  era nota per i suoi palmeti, le moschee e la biblioteca. Nel XVII secolo, la città fu visitata dai portoghesi, che vi stabilirono legami commerciali quando la città era al suo apice. Il declino arrivò, però, quando si sviluppò il commercio marittimo europeo.

L’UNESCO classifica il sito come patrimonio mondiale dell’umanità. Arroccata su rocce ripide, la città evoca il passato glorioso del Sahara. All’interno della città, siti come la vecchia moschea, la piantagione di palme, la città vecchia,  il meteorite studiato da Theodore Monod, El Beyedh o il forte di El Ghallaouya.

La Mauritania: Tichitt

Tichitt è una città isolata ma storica, situata a 230 km a est di Tidjikdja e a 490 km da Nema. La storia della città risale al XII secolo, che approfittò anche del commercio nel Sahara per svilupparsi. La città è conosciuta per la sua biblioteca e moschea di 700 anni. Il vetro di Venezia vi è stato trovato sotto forma di perline, testimonianza del commercio medievale. Le strutture commerciali medievali sono classificate come parte del patrimonio mondiale dell’umanità.

Nous vous invitons à la découverte de ce Sahara occidental où les paysages sont somptueux mais où la présence humaine est plus importante que dans le Sahara central. Il faut parcourir ce pays pour comprendre ce peuple et ce que, ce présente le fait de s’accrocher à cette terre si belle mais si aride.

Giro in 4×4
Date da ottobre ad aprile

Besoin d'aide? Chattez avec nous
Please accept our privacy policy first to start a conversation.