L’isola di Fadiouth

L’isola di Fadiouth

L’isola di Fadiouth,

L’isola di Fadiouth, in Senegal, è fatta interamente di conchiglie. Le si può trovare ovunque: per le strade, sulle spiagge e sono talmente tante che vengono anche usate nei muri delle case.unico nel suo genere: è l’isola di Fadiouth, in Senegal, a sudest della capitale Dakar. Lì è normale camminare su un tappeto di gusci, vivere in mezzo a miliardi di conchiglie di ogni forma e colore e utilizzarle per costruire gli edifici.

A voler essere precisi, Joal Fadiouth sono due luoghi in uno. Joal è una stretta penisola all’estremità di Petit Cote, in Senegal. Ospita un piccolo villaggio di pescatori, con le sue piroghe colorate e i ritmi di vita scanditi dal mare. Fadiouth invece è una piccola isola, collegata a Joal da un ponte in legno lungo circa 800 metri. È interamente formata da gusci vuoti di conchiglie, accumulate qui nel corso dei secoli dai pescatori di molluschi.

Una volta conclusa la visita al villaggio serer, proseguiremo la nostra escursione a Joal, una località scoperta dai portoghesi nel XV secolo nonché città natale del primo presidente del Senegal, Leopold Senghor. Lì, visiteremo il porto peschereccio dell’isola, uno dei più grandi della Petite-Côte.

Più tardi, partiremo alla volta della vicina località di Fadiouth. Sapete che Joal e Fadiouth sono collegate da un ponte di legno? Lo attraverseremo a piedi per visitare il famoso cimitero delle conchiglie, in cui giacciono resti di cristiani e musulmani. Una volta lì, oltre a visitare una piccola chiesa, vi racconteremo anche la storia di un baobab che rende omaggio ai defunti.

Una volta conclusa la visita di Fadiouth, faremo ritorno a Joal. Chi lo desidera, potrà tornarvi solcando le acque dell’Atlantico con un giro in canoa (opzionale).

Post Discussion

Be the first to comment “L’isola di Fadiouth”

Besoin d'aide? Chattez avec nous
Please accept our privacy policy first to start a conversation.